Midnight in Singapore.

Immaginate il caos quotidiano delle strade asiatiche, le mille macchine, motorini, pullman, camion e carretti, e posizionateli su un ponte, un unico ponte, che collega due diversi stati: avrete tutti i presupposti per una traversata accompagnata dallo strombazzare dei clacson.
Ambientate il tutto a Singapore, aggiungete qualche decina di poliziotti e questo scenario riuscirà a sembrare incredibilmente ordinato. Anche la dogana sembra ordinata, come pure il capolinea dei bus, la maggior parte dei quali porta in centro attraverso enormi stradoni percorsi da macchine costose che costeggiano case inglesi immerse in giungle curate e grattacieli maestosi.

Basta scendere dal pullman per rendersi conto di non essere più nell’Asia che conosciamo: invece dei taxisti o tuk tuk driver, ad accoglierci troviamo chiare indicazioni che conducono alla stazione della metropolitana MRT più vicina, ovviamente dotata di una mappa della città, una della rete metropolitana e una del quartiere in cui si trova.
E tanti, tantissimi cartelli di divieti: dal classico “NO SMOKE” al comprensibile “NO SPLIT”, passando per gli esagerati “NO EAT” e “NO CHEWING GUM”. Attenzione a non rispettarli: le multe sono salatissime e c’è sempre qualcuno allerta, spronato dalle pubblicità progresso che invitano a segnalare qualsiasi contravvenzione.

Il nostro primo approccio a Singapore è Clarke Quay, quartiere notturno nel quale si alternano ristoranti internazionali, bar eleganti e club. Un viavai di gente è seduta nei vari locali, qualche bambino si diverte a guardare i giochi d’acqua delle fontane, delle famigliole provano l’ebbrezza di guardare la città dall’alto di una giostra gigante e una moltitudine di giovani di varie nazionalità siede sopra il maestoso ponte sul Singapore River, godendosi una birra ghiacciata e l’aria fresca.
Così facciamo anche noi, sentendoci a casa in questo baluardo occidentale in Oriente e ripensando a quanto è capitato in quest’anno che sta per finire.

Scatta la mezzanotte, la magia di Singapore ci avvolge e ci ritroviamo sotto il Melion, la statua simbolo dello stato, a Marina Bay, una baia magnifica circondata da hotel di lusso e avvolta in un gioco di luci che ci incanta. Poi, tutto ad un tratto, siamo su una spiaggia, deserta, a scoprire le geografie del mondo.

Il sole è già alto e esploriamo Chinatown, capace di sorprenderci per la pulizia, le decorazioni, gli edifici colorati e ristrutturati e i templi maestosi. Pranzo al volo e camminata verso Marina Bay, il cuore commerciale e lussuoso della città, dove nei Malls ci sono i gondolieri e gli hotel a cinque stelle sembrano abbiano navi da crociera invece che tetti, ma dove comunque niente sembra fuori luogo.

Abbiamo dei biglietti gratis per il Siloso Beach Party – Asia’s largest countdown party – e ci prepariamo a scoprire l’isoletta di Sentosa, un elegante parco divertimenti circondato da spiagge bellissime.

La magia di mezzanotte ci rincorre a perdifiato sulla spiaggia e ci porta a scoprire il lungomare, poi ci fa ballare per ore e ci abbandona seduti sopra un pontile sul Singapore River con un muffin e delle liane.

Happy New Year, Singapore: la città non si ferma mai, e noi ci lasciamo affascinare dalla discreta eleganza della Sultan Mosque, dalla quiete di Arab Street e dagli edifici storici di Little India. Ormai ci sentiamo a casa, ceniamo nei Food Park e girovaghiamo per le strade in pigiama.

E’ l’ultima notte a Singapore e torniamo a Clarke Quay.
Il tempo passa veloce ed è già mezzanotte, danze sfrenate e giri in macchina per le strade vuote della città che si concludono sempre all’alba ad Hamilton Road.

Questa città è magica, qua in una notte tutto può succedere e tutto può finire all’improvviso, come è iniziato. L’importante è prendere le quattro birre più economiche del 7 Eleven, sedersi sul ponte di Clarke Quay ed aspettare.

Image

Un pensiero su “Midnight in Singapore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...