Kuala Lumpur. La metropoli del futuro.

Kuala Lumpur l’ho scoperta dall’alto, verde, ordinata e con strani stradoni curvilinei a circondare edifici immensi.

Questa capitale del Sudest asiatico raccoglie ordinatamente un mix di culture che, ai nostri occhi occidentali, di ordinato ha poco. Passeggiando nel mercato perenne di Chinatown ci si può imbatttere nei ristoranti vegetariani di Little India; dirigendosi verso nord si scoprno strade tipiche malesi, immense moschee candide, Shopping Malls che sembrano musei di arte moderna e le altissime Petronas Twins Towers, simbolo della città, ma che la fanno vagamente assomigliare a Dubai.
La popolazione malese è formata prevalentemente da malesi di religione mussulmana, indiani induisti e cinesi buddhisti, ma non mancano egiziani, sudamericani, europei e, soprattutto, medio-orientali. 

Passeggiando per le strade di Kuala Lumpur ci si rende conto di come questa potrebbe essere il prototipo della nuova metropoli, basata sul mix culturale più che su una propria storia e costruita coi proventi dell’oro nero. In un paese che ha festeggiato da poco i 50 anni d’età, il potere sembra essere però in mano ai gestori delle due torri gemelle, che danno lavoro a gran parte della popolazione e che fanno assaporare ai comuni mortali quel lusso sfrenato tipico dell’Oriente, che avvolge e attira, che fa sentire inferiore e che fa dare importanza a cose che effettivamente non l’hanno.

Ci vivrei anche io a Kuala Lumpur, se avessi un conto in banca con troppi zeri e se potessi permettermi un’appartamento con vista panoramica sulle Petronas Tower, ma forse preferisco la mia casetta in un paesino italiano, e lo dico con l’orgoglio di chi ama la propria terra, la propria storia e la propria cultura.

Ma forse sono io arretrata, e il progresso sta in questa meravigliosa città, che fino a pochi anni fa era sconosciuta e ora pullula di backpackers e uomini d’affari da tutto il mondo e che sta facendo parlare di sè, preparandosi a diventare la nuova Grande Mela orientale, sconvolgendo tutto ciò che diamo per scontato.

Immagine

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...